GUARDIA MEDICA GARBATELLA ROMA

GUARDIA MEDICA GARBATELLA ROMA

Garbatella, è un quartiere di Roma, al cuore dell'VIII municipio. La Garbatella è nata ufficialmente il 18 febbraio 1920 quando il Re Vittorio Emanuele III posò la prima pietra in quella che è Piazza Benedetto Brin.                                                                          Come per tutte le migliori leggende, non si ha la completa certezza di quale sia l'origine del nome Garbatella. Identificato con la zona urbanistica "11C" il quartiere è sorto sulle colline soprastanti la Basilica di San Paolo Fuori le Mura, tra via Ostiense e via Cristoforo Colombo. Secondo i racconti arrivati fino ai giorni nostri, la zona si sarebbe dovuta chiamare ‘Remuria', in onore di Remo (era lì che avrebbe dovuto fondare la nuova città), oppure ‘Concordia', come augurio per un nuovo periodo di pace.  Ovviamente non è stata chiamata in nessuno dei due modi e, sin dalla sua costruzione avvenuta negli anni '20, è stata conosciuta con il nome di Garbatella. La leggenda vuole che prima della nascita della borgata, la zona fosse un crocevia importante per i pellegrini che dovevano raggiungere la Basilica di San Paolo tramite via delle Sette Chiese. Vista l'alta presenza di viandanti, le strade della zona erano ricche di osterie e trattorie, dove gli avventori si fermavano per rifocillarsi e riposare durante il viaggio. Si narra che una di queste trattorie fosse gestita da una donna molto bella e gentile, così piacevole che erano molti i pellegrini che preferivano fermarsi da lei a mangiare invece che da altri parti. Il suo nome? Anche questo è un gran mistero: c'è chi dice si chiamasse Maria, chi Carlotta. Ma non è importante ai fini della storia: vi basti sapere che questa donna era conosciuta da tutti come la ‘garbata e bella ostessa‘. E da queste due parole è nato il termine che tutti conosciamo: Garbatella. Il nome potrebbe però derivare anche da un tipo di coltivazione della vite detto ‘a garbata', in quella che un tempo era la via delle Sette Chiese. In questo caso le viti venivano appoggiate ad alberi di acero od olmo, e si dice che il nome ‘Garbatella' possa venire anche da questo tipo di coltura molto particolare. La verità si è persa nelle pieghe della storia ed è probabile che non la sapremo mai: ma a noi sono arrivati i miti e le leggende, ed è forse questa la cosa che rende Garbatella una zona di Roma così particolare e piacevole da scoprire.

 

Strutture Ospedaliere

L’ospedale CTO «Andrea Alesini» rappresenta un punto di riferimento sanitario di settore per la città. Il CTO di Roma nasce nel 1954 come ospedale per la cura degli infortuni sul lavoro assieme ad altri CTO a Torino, Firenze e Napoli. L’Italia guardava avanti nella sua rinascita postbellica ed in un certo senso c’era bisogno di garantire al meglio la salute di chi, a questa ricostruzione, stava contribuendo con il sudore e spesso con il sangue. Negli anni il numero di pazienti curati crebbe di pari passo alla notorietà del CTO di Roma tanto che sul finire degli anni ’70 divenne uno dei primi centri di reimpianti dell’arto superiore in Italia. Oggi come allora il CTO di Roma vanta progetti d’avanguardia sempre in anticipo sui tempi, che spostano sempre in avanti i confini della chirurgia. Dall'inaugurazione per mano dell'Inail del primo centro nel quartiere Salario con 80 posti letto fino al trasferimento nell'attuale spaziosa struttura di Garbatella in via di San Nemesio, con un parco di 40.000 metri quadrati e una capacità di oltre 350 posti letto.

Guardia Medica Privata Romamed

RomaMed offre assistenza sanitaria 24 ore su 24 presso il domicilio dei pazienti richiedenti. Per tutti coloro che in città hanno bisogno di una visita medica urgente, RomaMed Guardia Medica Privata dispone di dottori abilitati e sempre reperibili che intervengono a domicilio in breve tempo dalla chiamata. 

Basta una telefonata al numero 06 420 14 934  per ricevere subito un medico competente a casa vostra! I dottori in medicina della Guardia Medica Privata RomaMed, intervengono direttamente presso il vostro domicilio, fornendo controlli di medicina generale, specialistica e pediatrica. Oltre a tempestive prestazioni mediche per adulti e bambini, la Guardia Medica Privata effettua diagnosi immediate, prescrive terapie farmacologiche tutte le volte che è necessario, e rilascia certificati medici di malattia e giustificativi per il datore di lavoro, compreso l'inoltro diretto all’INPS, quando richiesto. 

Il servizio offerto è quello di assistenza sanitaria 24 ore su 24.

Con oltre venti più di 10 anni di esperienza in medicina generale e pediatrica, i medici del servizio  sono competenti su qualsiasi esigenza di tipo medico e intervengono in modo tempestivo ed efficace. Potete chiamare per ricevere immediate prestazioni mediche per adulti e bambini, in caso di malori o condizioni di salute non ottimali. 

 

Lo sapevi che?

Una delle serie televisive di maggior successo degli ultimi anni in Italia è sicuramente quello dei Cesaroni, trasmesso su Canale 5 dal 2006. Gli attori principali sono il simpatico Claudio Amendola, Antonello Fassari, sempre presenti e alcuni altri volti noti che si sono succeduti nei vari anni, ad esempio Elena Sofia Ricci, Max Tortora, Alessandra Mastronardi, Matteo Branciamore.

Ma dove hanno girato le scene esterne i Cesaroni? La risposta è semplice, a Roma. La maggiorparte delle scene nel quartiere della Garbatella dove c’è la famosa bottiglieria o il bar, il liceo “Ugo Foscolo” e il bar dove spesso si vedono i ragazzi, al Pigneto, a San Saba, al Prenestino ed in altri parti di Roma.

Gli indirizzi dei luoghi dei Cesaroni:

  • la bottiglieria dei Cesaroni: sita in Piazza Giovanni da Triora 7, nella realtà è il Roma Garbatella, uno dei bar piú famosi di Roma.
  • la scuola dove vanno i ragazzi nella fiction si chiama liceo Ugo Foscolo, nella realtà è la scuola primaria Cesare Battisti, costruita nell’era Mussolini è un’esempio di architettura razionalista degli anni 30, che si trova in Piazza Damiano Sauli 1.
  • Piazza di San Eurosia c’è il bar dove si incontravano spesso i ragazzi.

la scalinata che portava alla casa dei Cesaroni in via Giovanni da Montecorvino.