Le Emergenze Urgenze in Neurologia

Le Emergenze Urgenze in Neurologia

* Emergenze Urgenze in Neurologia

Secondo vari studi epidemiologici il 25-30 % degli accessi al Pronto Soccorso Ospedaliero è motivato da patologie acute o subacute del Sistema Nervoso Centrale (SNC) e/o Periferico (SNP).
Numerose condizioni patologiche possono determinare un danno, diretto o indiretto, del SNC e del SNP.
Negli ultimi decenni abbiamo anche assistito ad uno straordinario sviluppo e progresso delle conoscenze nel campo delle Neuroscienze. Oggi il neurologo può avvalersi di indagini strumentali, come la tomografia computerizzata (TAC), la risonanza magnetica (RMN), la neurosonologia (Ecocolordoppler Tsa e transcranico) e altri strumenti come EEG, EMG ecc., che permettono di acquisire fondamentali apporti diagnostici e terapeutici.

Emergenze Urgenze in Neurologia
Quadri clinici più frequenti

I quadri clinici di interesse neurologico in ordine di maggior frequenza in Pronto Soccorso sono i seguenti:

  • Malattie cerebrovascolari (Attacco Ischemico Transitorio (T.I.A.), Ictus cerebrale ischemico ed emorragico, vasculopatie infiammatorie acute)
  • Cefalea (Cefalee primarie come Emicrania e cefalea a grappolo, e cefalee secondarie)
  • Traumi (con perdita di coscienza, senza perdita di coscienza)
  • Vertigini e instabilità posturale
  • Disturbi dello stato di coscienza (Alterazioni metaboliche, alterazioni degli elettroliti, ecc.)

Altro

Nella stragrande maggioranza dei casi l’intervento medico in un contesto di “Emergenza/Urgenza” si svolge sul TERRITORIO:
il riconoscimento clinico precoce di un danno focale e/o diffuso del Sistema Nervoso rappresenta infatti un momento decisionale cruciale; un esempio importante: se il Paziente presenta i sintomi di un T. I. A. è obbligatorio dare seguito a un “percorso Stroke-Unit”.

 

Tutti gli articoli

Hotel Medical Care

 

* I contenuti di questo sito sono esclusivamente ad uso informativo e in nessun caso devono sostituire il parere, la diagnosi o il trattamento prescritti dal proprio medico curante. La risposta allo stesso trattamento può variare da un paziente all'altro. Consultatevi sempre con il vostro medico su qualunque informazione relativa a diagnosi e trattamenti ed attenetevi scrupolosamente alle sue indicazioni.