Guardia Medica Borgo Roma

Guardia Medica Borgo Roma

Il Quartiere Borgo è uno dei rioni di Roma, il XIV. Riconosciuto ufficialmente nel 1586 da papa Sisto V, si sviluppa tra due maestosi edifici cittadini, la Basilica di San Pietro e Castel Sant’Angelo. Il nome del Rione deriva dalla presenza di alcune chiese nazionali, dette scholae (frequentate dai Britanni, dagli abitanti della Frisia etc.); queste “colonie” straniere che lentamente trasformarono le zona in una serie di piccoli borghi, all’epoca noti con il termine di “burg”.

Il rione è tagliato in due da via della Conciliazione, sventramento di epoca fascista attuato con la demolizione della Spina di Borgo. Nel Medioevo l'area, che era ancora fuori città, fu circondata da mura da Leone IV per cui prese il nome di Città Leonina.

 

Quartiere Borgo Roma: le strutture ospedaliere

La struttura ospedaliera più importante del rione, è l’Ospedale di Santo Spirito. Sul lato dell’Ospedale è ancora oggi ben visibile una ruota degli esposti. Era chiamato così un particolare sistema con cui le donne che non potevano o volevano crescere i propri figli (magari perché nati da relazioni illecite), potevano abbandonarli, garantendo loro comunque una vita degna. I bambini, accolti dalla priora, venivano marchiati con una doppia croce sul piede sinistro e nuovamente esposti nella ruota per un’eventuale adozione. I piccoli venivano registrati come filius m. ignotae (figlio di madre ignota), dove m. stava per matris, ma dato che il punto non era mai considerato, la lettura diveniva “filius mignotae“, da cui ne derivò il termine dispregiativo tipicamente romano di prostituta.

 

Guardia Medica Privata Romamed

Per gli abitanti di Borgo esiste, accanto alle strutture sanitarie pubbliche, la guardia medica privata Romamed attiva su Roma Centro. Il servizio, oltre all’invio di medici a domicilio (generici o specialisti) offre la possibilità di eseguire radiografie ed ecografie.

Il Servizio di Radiologia ed Ecografia domiciliare offre la possibilità di effettuare tutti gli esami di radiologia tradizionale dell'apparato scheletrico e del torace (ad esempio: RX bacino, RX torace, RX della colonna vertebrale) direttamente al letto del paziente, senza bisogno di spostamenti all'esterno del domicilio. L'attrezzatura radiologica portatile di ultima generazione consente di produrre immagini radiografiche del tutto confrontabili con immagini analoghe prodotte in un qualsiasi reparto di radiodiagnostica tradizionale, e di ridurre la dose di radiazioni erogata al Paziente. Il Tecnico di Radiologia invia, in tempo reale, le immagini diagnostiche acquisite durante l'esame al Medico Radiologo, che provvederà a redigere contestualmente il referto. Successivamente il Tecnico di Radiologia consegna al Paziente l'esito dell'esame sia su supporto cartaceo che digitale.

Per avere a domicilio la guardia medica Romamed, è sufficiente comporre il numero di telefono 06 420 14 934, che garantisce l’immediato invio di un sanitario (medico o tecnico per l’esecuzione di indagini diagnostiche radiografiche). Oltre alla pronta disponibilità del medico per adulti, Romamed ha istituito un servizio di guardia medica pediatrica, che si avvale di un team di pediatri per visite domiciliari; nello specifico i pediatri e neonatologi che afferiscono al servizio sono medici con provata esperienza ospedaliera.

 

Orari e centrale operativa Guardia Medica Privata

La centrale operativa di Guardia Medica Privata Romamed risponde 24 ore su 24 ed è sempre attiva 7 giorni su 7. E’ possibile parlare con un operatore che, potrà mettervi in contatto con il medico da voi richiesto nel più breve tempo possibile.

 

Lo sapevi che?

Nel rione Borgo si trova Castel Sant’Angelo, che nella Roma papalina fungeva da temutissimo carcere; mentre nella piazza antistante furono organizzate numerose esecuzioni capitali. Non lontano da qui, in una palazzina in vicolo del Campanile n. 2, visse uno dei boia più celebri del passato, Giovanni Battista Bugatti detto Mastro Titta. La sua “carriera” durò ben 68 anni (dal 1796 al 1864) e grazie al suo diario sappiamo che eseguì più di 500 giustizie, come venivano chiamate all’epoca le condanne a morte.