Guardia Medica Quartiere Piazza Bologna

Guardia Medica Quartiere Piazza Bologna

Piazza Bologna è una delle piazze più conosciute di Roma che ha visto gli albori di un quartiere fortemente voluto durante il periodo fascista e divenuto motivo di propaganda del regime.

Considerata allora il cuore di un quartiere moderno, ha il suo punto di riferimento nel palazzo delle poste, fulgido esempio di architettura razionalista inaugurato nel 1935 e ideato dall’architetto Mario Ridolfi. Piazza Bologna è anche il punto di riferimento degli studenti universitari che popolano un quartiere a due passi dalla prima università di Roma e dalle sue sezioni staccate, che ha un bacino di influenza che arriva fino a Porta Pia, sulla via Nomentana.

Questa piazza caratterizzata da una forma circolare sulla quale convergono vie ad alta frequentazione, come Viale delle Province, che porta verso la rinnovata Stazione Tiburtina e l’omonimo quartiere, o Viale XXI Aprile, dove si trova il comando generale della Guardia di Finanza; al termine di questa via si trova il quartiere Nomentano mentre dal lato opposto alla piazza, è collocato il “Policlinico Umberto I” accanto alla sede universitaria “La Sapienza”.

 

Piazza Bologna e le strutture ospedaliere

Accanto al rinomato Policlinico Universitario Umberto I°, nella zona è presente Il Policlinico Italia, una struttura privata accreditata con il Servizio Sanitario Nazionale che opera con lo scopo di fornire servizi e prestazioni sanitarie a carattere eminentemente riabilitativo e socioassistenziale; è articolata in una Casa di Cura, in una Residenza Sanitaria Assistenziale ed un Poliambulatorio Specialistico. Il Poliambulatorio della Casa di Cura eroga prestazioni specialistiche private, non convenzionate con il Servizio Sanitario Nazionale, a Pazienti esterni. Si possono eseguire: rieducazione posturale, idrochinesiterapia, terapia manuale, riabilitazione ortopedica, respiratoria e neurologica.

 

Guardia Medica Privata Romamed

Accanto al servizio pubblico di continuità assistenziale che garantisce la continuità nell’assistenza sanitaria ai cittadini quando gli ambulatori dei medici di base sono chiusi, la guardia medica privata Romamed, attiva H24, garantisce l’invio di medici generici e specialisti a domicilio per urgenze non differibili e visite specialistiche o diagnostica strumentale programmabile.

Grazie alla vicinanza della Centrale Operativa con il quartiere di piazza Bologna, l’equipe integrata di specialisti della salute che costituiscono la guardia medica Romamed, si possono attivare al numero 06 420 14 934, sono in grado di raggiungere l’utente in tempi rapidi ed effettuare visite mediche ma anche ecografie, radiografie, elettrocardiogrammi. Il servizio di diagnostica domiciliare di Romamed, accurato e tempestivo, garantisce il referto immediato con l’invio per via telematica al medico referente del paziente. I costi del servizio, effettuato in forma privatistica di regime libero-professionale, vengono comunicati direttamente al paziente dagli operatori di centrale prima dell’invio del medico. Romamed è da venti anni al servizio dei cittadini di Roma Capitale.

 

Lo sapevi che?

Nel mosaico storico di migrazioni capitoline, particolare menzione merita il quartiere africano romano, al nord del centro, il quale cinquanta anni fa con lo scoppio della guerra dei sei giorni, 5 giugno del 1967, fu scelto come meta ideale da tutti gli ebrei di Libia costretti a fuggire dalla furia del conflitto. Già nel giugno del 1967 piazza Bologna, incastonata nel Quartiere Africano e oggi epicentro della vita studentesca e universitaria romana, era affollatissima. Tutti gli ebrei che arrivavano in città lì trovavano un familiare, un contatto, un indirizzo, un’ancora di salvezza per una nuova vita. Atterrati da Tripoli, i profughi ebrei libici scappati dal nemico arabo e nuovamente in fuga a seguito delle persecuzioni e delle violenze antisemite degli anni ’30 e ’40 del secolo, arrivarono in seimila.